Ex-Garage Jaguar. Da spazio industriale a incubatore d’arte

garage-jaguar_01

Da spazio industriale a incubatore d’arte, grazie al recupero di Valorizzazioni Culturali, società che prende in gestione immobili storici e li fa tornare a nuova vita insediandovi eventi culturali. L’immobile, che si sviluppa su due piani di circa 900mq l’uno, per un totale di 1800 mq, è stato realizzato nel Dopoguerra dall’architetto Pietro Lingeri, esponente di spicco del Razionalismo Italiano. Da poco più di un anno in gestione esclusiva a Valorizzazioni Culturale, l’immobile ospita eventi culturali e sportivi.Leggi l’articolo

Il Colosseo si racconta per la prima volta in una grande mostra

mostra-colosseo_prima

Il Colosseo, il monumento più visitato al mondo, ma anche un luogo che ha subìto molte trasformazioni fino ad arrivare a essere quasi un’icona pop. La mostra promossa dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma ne ripercorre la storia. Dall’8 marzo 2017 al 7 gennaio 2018, nell’ambulacro del secondo ordine i milioni di visitatori dell’anfiteatro Flavio potranno conoscere tutta la storia del monumento. La rassegna “Colosseo. Un’icona” va oltre la narrazione del tempo dei Cesari, per ripercorrere la lunga e intensa vita del sito nei secoli, fino ai giorni nostri.Leggi l’articolo

I serramenti della storica facciata del Fondaco dei Tedeschi a Venezia

fondaco-dei-tedeschi_prima

I progetti realizzati in laguna attirano da sempre l’attenzione del mondo dell’architettura internazionale e non solo. Il restauro del Fondaco dei Tedeschi che porta la firma di Rem Koolhaas, ultimo Direttore della Biennale, è stato senza dubbio uno degli interventi più significativi dell’anno appena concluso per importanza storico-culturale, difficoltà di realizzazione e ripercussione mediatica. I serramenti OS2 75 di Secco Sistemi impreziosiscono la storica facciata del Palazzo sul Casalgrande Grande, tornata a nuovo splendore.Leggi l’articolo

Copertura Arena di Verona. I tre progetti che hanno vinto il concorso e che non sono piaciuti a Vittorio Sgarbi

02772c68-2a1b-4209-a789-35a8fbc76be3

Il Concorso Internazionale di idee per la copertura dell’Anfiteatro romano, patrimonio culturale nazionale e simbolo della città veneta, era stato bandito lo scorso marzo con l’obiettivo di garantire la protezione del monumento dagli agenti atmosferici e una sua migliore conservazione, migliorandone la fruibilità. Leggi l’articolo

Il Mose di Venezia è a rischio. La perizia rileva cedimenti strutturali nelle dighe mobili per la difesa lagunare

mose-venezia_01

La perizia “Possibili criticità metallurgiche per le cerniere del Mose” firmata da Gian Mario Paolucci,  Docente di Metallurgia all’Università di Padova, e commissionata dal Ministero delle Infrastrutture, rivela il pericolo di cedimenti strutturali per la corrosione e per l’uso di acciaio diverso da quello dei test. Leggi l’articolo

Il restauro della sede della Bibliothèque Nationale de France

biblioteque-france_02

Salle Labrouste, ph. Marchand Meffre

Un cantiere durato dieci anni per gli interventi di restauro su progetto di Bruno Gaudin & Virginie Brégal Arcitectes della sede storica della Bibliothèque Nationale de France in Rue de Richelieu. Il Quadriangle Richelieu, la “casa madre” della Bibliothèque Nationale de France, ospita collezioni prestigiose, sale di lettura, mappe, monete, medaglie e il Performing Arts Department. Dal 1993, il quadrilatero è anche la sede del Bibliothèque de l’Institut National d’Histoire de l’Art (INHA, l’arte nazionale biblioteca di storia francese) e, a partire dal completamento della prima fase del restauro di pochi mesi fa, ospita anche la Bibliothèque de l’École des Chartes. Tre istituzioni prestigiose sono raccolte all’interno di un centro unico di eccellenza di arte e storia nel cuore di Parigi.

Leggi l’articolo

Abusi edilizi ad Amalfi. Una petizione per proteggere un sito già di per sé ad alto rischio idrogeologico

Pogerola - immagine

A vent’anni dalla sentenza definitiva, nulla è cambiato sulla costiera amalfitana. Uno dei più sciagurati interventi edilizi abusivi avvenuti sulla costiera amalfitana negli ultimi 30 anni, passato alla storia a livello nazionale come il criminoso “Sacco di Pogerola”, continua a deturpare una delle più belle coste del mondo mettendo a rischio l’incolumità delle persone per l’alto rischio idrogeologico dell’area su cui è stato costruito. Nulla ha potuto contro la distruzione del territorio, lo scempio del paesaggio e il rischio permanente per la stessa incolumità degli abitanti del luogo. Leggi l’articolo

La rete metropolitana di Catania diventa un museo diffuso

catania-museo-diffuso_prima

La rete metropolitana di Catania diventa ‘rete della conoscenza’ per raccontare la città grazie all’intesa tra Ibam Cnr e Ferrovia Circumetnea. Il “Museo diffuso della città di Catania” è un’idea nata dall’accordo siglato, lo scorso 10 ottobre, tra il Direttore dell’Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IBAM CNR), Daniele Malfitana e il Direttore Generale della Gestione Governativa Ferrovia Circumetnea (FCE), Alessandro Di Graziano.Leggi l’articolo

La nuova Filarmonica di Amburgo su un ex-deposito merci in laterizio

filarmonica-amburgo_prima

ph. Maxim Schulz

La Elbphilharmonie, la nuova sala da concerto di Amburgo, sulle rive del fiume Elba si sovrappone all’ ex-magazzino conosciuto come il Kaispeicher A all’interno della parte storica del porto della città. La soprelevazione di 50 metri a partire dal complesso originario è stata una delle sfide strutturali più interessanti in Europa. L’interazione tra il magazzino esistente in laterizio e le curve in vetro abbagliante è il biglietto da visita architettonico della Elbphilarmonie a firma di Herzog & de Meuron.

Leggi l’articolo

Vandali al colosseo: compaiono i graffiti su uno dei pilastri del monumento

colosseograffiti_prima

Nonostante l’innalzamento delle misure di sicurezza in seguito agli attentati terroristici in Europa, il Colosseo torna teatro di atti vandalici. La notte tra domenica 15 e lunedì16 gennaio, due uomini hanno scavalcato le recinzioni attorno all’Anfiteatro Flavio e sono entrati all’interno del monumento eludendo i sistemi di sorveglianza nella piazza. I due, che hanno poi ammesso di essere ubriachi, sono poi scivolati da un’altezza di 4 metri ed uno si è anche fratturato il bacino.Leggi l’articolo

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159