Browsing Tag

restauro

Villa Plinana a Torno. Consolidamenti e impermeabilizzazioni alla storica villa sul Lago di Como.

Immagine tratta dal libro “La Pliniana di Torno. Storia di una villa e di un mito sul lago di Como” di Fabio Cani, Alessandro Dominioni Editore, 2010

Il complesso monumentale di Villa Plinana a Torno è una tra le più antiche e suggestive del Lago di Como e per la sua posizione, isolata a ridosso della montagna e raggiungibile solo via acqua, ha alimentato negli anni leggende che le hanno dato un alone di mistero e di grande fascino. La villa è sottoposta a più vincoli, tra i quali quelli monumentale, idrogeologico e paesaggistico, e tutti gli interventi sono stati condotti in sintonia con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano. Per l’impronta stilistica e architettonica, il progetto della villa è stato attribuito a Pellegrino Tibaldi o Galeazzo Alessi e datato 1573, ma anni fa, grazie alla scoperta di alcuni documenti, si è invece ipotizzato che l’architetto fosse Giovanni Antonio Piotti da Vacallo.

La Biblioteca Classense a Ravenna

Chiostro minore. [ph. L. Tundo]

Lo straordinario miracolo dell’architettura antica è essere testimonianza umana del passato attraverso lo splendore del dato costruito che ancora oggi viviamo, in particolare quando questo è TESTIMONIANZA storica, culturale e di vita, in relazione a chi ha condiviso i medesimi luoghi per un continuo e sempre innovato senso e modo di abitarli. Condizione che si ha nel mantenimento o cambiamento della propria FUNZIONE nel TEMPO, non modificando la RICONOSCIBILIÀ dell’edificio in cui si rivela l’IDENTITÀ di un’intera comunità che in esso si riconosce.

Leggi l’articolo

In mostra 30 opere fotografiche inedite di Marco Introini

Il progetto in mostra al MA*GA – Museo Arte Gallarate, presenta trenta opere fotografiche inedite di Marco Introini nate dal suo interesse per l’architettura e per il monumento inteso come documento e stratificazione materiale della memoria collettiva. Fotografare i processi evolutivi urbani è una pratica che ha sempre percorso l’attività di Marco Introini e costituisce uno strumento originale di riflessione sull’architettura e sulla città. La volontà di documentare il gesto conservativo e artistico del restauro diventa l’occasione per creare nuove opere d’arte capaci di raccontare la nostra storia, la cura del nostro patrimonio in immagini di grande intensità artistica.

Leggi l’articolo

Osservatorio ANCE, inversione di tendenza trainata dalla riqualificazione del patrimonio esistente


A cura della Direzione Affari economici e Centro studi dell’ Ance, l’Osservatorio congiunturale sull’industria delle costruzioni fotografa un settore che, dopo una lunga crisi, vede nel 2016 una possibile svolta, con un aumento dell’1% in termini reali degli investimenti in costruzioni. L’inversione di tendenza sarà guidata dal prolungamento della crescita del comparto della riqualificazione del patrimonio abitativo, dal cambio di segno nelle opere pubbliche, dopo un decennio di forti cali, e da un’attenuazione della caduta dei livelli produttivi nella nuova edilizia abitativa e nel non residenziale privato. In questo contesto, le misure contenute nel Disegno di Legge di Stabilità per il 2016 assumono un ruolo sicuramente importante per la ripresa del settore delle costruzioni.

Leggi l’articolo

Albergo Diurno Metropolitano a Milano è riaperto al pubblico grazie al FAI

Progettato da Piero Portaluppi e realizzato tra il 1923 e il 1925, l’Albergo Diurno Metropolitano a Milano apre le sue porte dopo un lungo abbandono grazie alle aperture straordinarie a cura del Fondo Ambiente Italiano di Milano. Gioiello dell’Art Deco nascosto nel sottosuolo di Piazza Oberdan, l’Albergo Diurno aveva una lunghezza di 88 metri ed una larghezza di 14 metri circa ed occupava una superficie di circa 1200 m². Era diviso in due parti, le terme, con accesso dal lato di via Tadino, occupano due terzi della lunghezza e ospitano sei bagni di lusso con vasca e i bagni semplici con doccia accessibili da due corridoi paralleli, e il salone degli artigiani, verso corso Buenos Aires.
Leggi l’articolo

Mosaico a Villa Rendano a Cosenza

00.apertura(580x)-1
Villa Rendano è un edificio di rilevante interesse storico-architettonico, situato nel centro storico di Cosenza. Considerata uno dei maggiori esempi di architettura ecclettica in Calabria si caratterizza per la prevalenza di un gusto scenografico che traspare dalle innumerevoli decorazioni e dalla presenza di ampie sale, ciascuna con destinazione d’uso determinata, abbellite da soffitti dipinti.
Leggi l’articolo

Palazzo Valloni a Rimini. Isolamento e impermeabilizzazione in copertura

Il palazzo, risalente al Settecento, fu fatto costruire nel centro di Rimini dai fratelli Domofonte e Aurelio della nobile famiglia Valloni. Gravemente danneggiato dal terremoto del 1776, ne fu ricostruita la facciata nel 1787 in stile neoclassico su un progetto dell’architetto Giuseppe Valadier. Nel 1916 un nuovo terremoto provocò gravi danni all’edificio, rendendo necessario il risanamento che nel 1920, su progetto dell’Architetto Addo Cupi, portò alla trasformazione del palazzo, destinandone l’uso dei locali a pianterreno a sala cinematografica, mentre ai piani superiori trovarono ubicazione gli uffici della Congregazione di Carità e del Comune. Il cinema Fulgor è stato frequentato assiduamente dal giovane Federico Fellini che lo ha evocato nei suoi film “Amarcord” e “Roma”. L’edificio, colpito da una bomba durante la seconda guerra mondiale, è stato oggetto di interventi di ripristino ed adeguamenti parziali, frammentari che hanno snaturato la struttura del cinema, lasciando prive di riqualificazione buona parte del complesso che versava, da decenni, in stato di abbandono.

Giacomo Balla. Con la tecnologia laser scoperto un dipinto sotto una spessa ridipintura.

Il retro del quadro prima della pulitura laser

I solventi non erano riusciti nel loro intento: sembrava impossibile rimuovere gli spessi strati di vernice che nascondevano alla vista una scena sul retro di una tela pre-futurista firmata dal pittore Giacomo Balla. Si poteva chiaramente intuire la presenza di un dipinto anche sul retro ma una densa distribuzione di ampie e sovrapposte pennellate di diversi colori ne nascondevano i dettagli. A prima vista, questa rozza ridipintura non aveva alcun intento artistico ma suggeriva piuttosto che il retro della tela di Balla fosse stato usato come area in cui pulire i pennelli durante l’esecuzione di un altro dipinto.

Leggi l’articolo

Nuovi incatenamenti. Caratterizzazione dinamica ante e post intervento.

1. Chiesa San Giovanni Battista in Sottochiesa

L’utilizzo degli ancoraggi ad iniezione controllata con calza in modo diffuso per interventi finalizzati a migliorare il comportamento globale della fabbrica anche in funzione antisismica, è frequente negli edifici storici. Trattandosi di interventi sull’esistente, tra i diversi obiettivi che conducono alla corretta scelta progettuale vi è la necessità di non andare ad alterare gli importanti equilibri che caratterizzano il manufatto e, soprattutto in ambito sismico, di non andare a modificare, in modo significativo, la distribuzione delle rigidezze della struttura.

Leggi l’articolo

Triage per il restauro?

triage-restauro
“In primo piano gli infermieri spingono in fretta e furia le barelle, poi le porte si spalancano come persiane al mattino. C’è una grande agitazione, il particolare inquadra l’espressione accigliata del Dottor Ross (George Clooney) che non promette nulla di buono. Il pronto soccorso dell’Ospedale di Chicago è affollato di feriti a seguito di un devastante incidente ferroviario. La situazione è d’emergenza ed è necessario stabilire al più presto un ordine di priorità quando si è alla presenza di molti pazienti. Dopo una breve visita, a ognuno è assegnato un colore che individua il grado di urgenza: rosso, giallo, verde. É una scena della serie televisiva E.R. Medici in prima linea: una delle più longeve trasmissioni andate in onda e seguite in tutto il mondo per ben quindici anni. […]

Leggi l’articolo

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159

AD99 Digital Agency Milano