Browsing Tag

manutenzione

La nuova copertura dell’abbazia di Santo Stefano ad Isola della Scala (VR)

Poco si sa della preesistente struttura, forse romanica, dell’antichissima Pieve di Isola della Scala, la cui origine è stata più volte accertata e documentata. La prima pietra della nuova parrocchiale venne posata il 25 aprile del 1578, per concludersi ben 41 anni dopo, nel 1619. La chiesa così costruita è orientata liturgicamente verso occidente e consiste in un’unica navata di eccezionale ampiezza (51,7 x 21,8 x 15,6 m). Lungo le pareti interne trova posto una decorazione parietale databile alla fine del Cinquecento e costituita da una sorta di “travata ritmica” d’ordine ionico che incornicia le varie nicchie laterali con altari, ricavate entro lo spessore murario della fabbrica. Le paraste ioniche che la caratterizzano, leggermente aggettanti sui lati della navata, sono arricchite da decorazioni ad affresco riproducenti candelabre ed altri motivi allegorici del tardo rinascimento.
Leggi l’articolo

Coperturedanneggiate. Una scuola degli anni ‘20

L’edificio che ospita la scuola Bettino Ricasoli, a Terranuova Bracciolini, è stato realizzato negli anni Venti, su progetto dell’architetto Lamberto Furiosi. La struttura, di due piani, presenta una forma compatta a C. Sulle ali laterali, rivolte rispettivamente ad est e ad ovest, si trovano i due ingressi principali, originariamente separati per l’utenza maschile e femminile; un ingresso di servizio si trova invece sul lato nord. Il prospetto principale dell’edificio, affacciato su Piazza Liberazione, si distribuisce ai lati di un elemento centrale in rilievo, concluso in alto da un timpano. L’edificio si presenta nel complesso ben conservato, nell’impianto e nelle strutture, ad eccezione di alcuni elementi che nel tempo sono stati sostituiti, come la copertura e i serramenti risalenti agli anni Settanta.

Leggi l’articolo

Opere in copertura. San Michele Arcangelo a Mattaleto


Le prime notizie del borgo di Mattaleto, nei dintorni di Langhirano nel parmense, risalgono al 927. La chiesa sembra sia stata fondata, inizialmente come cappella, addirittura nel periodo longobardo, al quale risalirebbe la devozione antichissima a San Michele Arcangelo. Se ne hanno notizie costanti fino al XVIII secolo, quando ne venne ordinata la ricostruzione nelle forme in cui la vediamo oggi. Ancora, sul finire del XIX secolo, la chiesa viene sottoposta a un rinnovo generale, che vede coinvolti gli spazi interni, le decorazioni delle superfici e la facciata.
Leggi l’articolo

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159

Credits: Team99 Digital Agency Milano - I'MPOSSIBLE STUDIO