Browsing Tag

consolidamento

Rinforzo strutturale. Miglioramento sismico del solaio di copertura di una cripta.

La Chiesa di San Marcellino a Parma risale al XV secolo e, ormai dismessa dal 1928, attualmente è adibita a spazio espositivo per mostre e installazioni temporanee. Nell’ambito della rassegna relativa all’artista Claudio Parmigiani che ha scelto l’edificio di culto per l’opera dal titolo “Naufragio con spettatore”, è stato necessario rinforzare il solaio di copertura della cripta che avrebbe dovuto sopportare un carico relativo ad una barca a vela di 14 metri e il relativo supporto.

Leggi l’articolo

La Cattedrale di Aversa e la sua torre campanaria

Interno del campanile, ricostruzione del solaio di copertura del corpo ottagonale

La Cattedrale di Aversa è stata costruita nel secolo XI, da parte dei Normanni. Nel corso della sua storia la fabbrica è stata soggetta a modifiche, ampliamenti e trasformazioni, anche per la sua ubicazione in area ad elevata pericolosità sismica. La torre campanaria originaria crollò nel secolo XV e venne ricostruita nel 1499 esternamente al Duomo e successivamente collegata alla fabbrica normanna da un ponte. I terremoti del 1694 e 1702 fecero crollare gran parte dell’edificio, per cui gli interni e la facciata della fabbrica furono adattati alla cultura architettonica dell’epoca. A seguito del terremoto del novembre 1980, il campanile si è dissestato in maniera grave, con rischio di collasso statico.

Leggi l’articolo

Digitalizzati articoli tecnici

E’ on line l’archivio Structural, mensile di approfondimento tecnico-scientifico, in cui sono raccolti e digitalizzati più di 1350 ARTICOLI, pubblicati dal 1987 ad oggi sulla rivista L’Edilizia, poi Structural, e sul magazine online in formato digitale. Studi e ricerche condotti dai più grandi esperti e ricercatori tecnologi nel settore dell’edilizia su tematiche quali corrosione e ripristino del calcestruzzo, tecnologie e recupero di solai in legno, diagnosi e consolidamento di murature storiche. È possibile ricercare ogni singolo articolo per data di pubblicazione o per autore, titolo, argomento o parole chiave.

Leggi l’articolo

Rinforzo strutturale e adeguamento sismico. Opera Pia a Pizzighettone

>L’Opera Pia “Luigi Mazza” venne fondata nel 1878 come ospedale dedicato al dottor Luigi Mazza e durante la seconda guerra mondiale fu colpita da diversi aerei nemici a causa della sua vicinanza ad obiettivi militari, quindi successivamente venne restaurato ed ampliato. Nel 1989 si trasformò in Opera Pia “Luigi Mazza” con lo scopo di ospitare, in regime di ricovero, anziani in condizioni di non autosufficienza. In seguito ad una serie di indagini di vulnerabilità sismica, richieste dal consiglio di amministrazione, si è resa evidente la necessità di un intervento di rinforzo strutturale dei solai, sia di quelli negli ambienti ad uso cucina sia di quelli dei portici, in modo da adeguare staticamente e sismicamente le struttura. Inoltre, visto lo stato pericolante delle pignatte e dei tavelloni, si è scelto di realizzare un sistema “anti-sfondellamento” di protezione dalla caduta delle pignatte.
Leggi l’articolo

Nuovi incatenamenti. Caratterizzazione dinamica ante e post intervento.

1. Chiesa San Giovanni Battista in Sottochiesa

L’utilizzo degli ancoraggi ad iniezione controllata con calza in modo diffuso per interventi finalizzati a migliorare il comportamento globale della fabbrica anche in funzione antisismica, è frequente negli edifici storici. Trattandosi di interventi sull’esistente, tra i diversi obiettivi che conducono alla corretta scelta progettuale vi è la necessità di non andare ad alterare gli importanti equilibri che caratterizzano il manufatto e, soprattutto in ambito sismico, di non andare a modificare, in modo significativo, la distribuzione delle rigidezze della struttura.

Leggi l’articolo

Miglioramento sismico. Fiber Reinforced Cementitious Matrix

In seguito al sisma del maggio 2012 la Chiesetta Oratorio del sacro Cuore a Moglia (MN), pertinente al plesso RSA casa di riposo Fondazione “P. Sissa”, ha subito diversi danni. Il progettista che si è occupato del miglioramento sismico dell’edificio, a seguito di analisi svolte tramite un software ad elementi finiti, ha riscontrato un meccanismo di rotazione della torre campanaria, in corrispondenza del distacco tra la muratura del corpo principale e la parte libera della torre, un principio di ribaltamento fuori dal piano della facciata principale e un quadro fessurativo diffuso a partire dagli spigoli delle aperture e diffuso in senso obliquo.

Leggi l’articolo

Pubblicate le Linee Guida

Con Decreto del Presidente del Consiglio dei Lavori Pubblici n. 220 del 9 luglio 2015 è stata approvata la “Linea Guida per l’identificazione, la qualificazione ed il controllo di accettazione di compositi fibrorinforzati a matrice polimerica (FRP) da utilizzarsi per il consolidamento strutturale di costruzioni esistenti”, licenziata con parere favorevole n. 115/2013 del 19 febbraio 2015 dalla Prima Sezione del Consiglio Superiore dei lavori Pubblici.

In attuazione dell’articolo 2 del Decreto di approvazione, fino all’8 luglio 2016, “… per quanto concerne l’impiego di composti fibrorinforzati a matrice polimerica (FRP) da utilizzarsi per il consolidamento di costruzioni esistenti si può continuare a fare riferimento a quanto disposto in merito al punto 8.6 delle Norme tecniche per le costruzioni di cui al DM 14/01/2008. Trascorso detto periodo, per il consolidamento di costruzioni esistenti tramite composti fibrorinforzati a matrice polimerica (FRP), possono essere impiegati solo materiali qualificati ai sensi della Linea Guida di cui all’art. 1 del presente decreto.”
E’ possibile inoltrare al Servizio Tecnico Centrale istanze di qualificazione dei suddetti materiali, in conformità a quanto riportato nelle suddette Linee Guida.

[tratto da Consiglio Superiore dei lavori Pubblici]

Per approfondimenti sulle Linee Guida
> vedi articolo di approfondimento in Structural 196_maggio 2015 a firma di Luigi Ascione e Carlo Poggi

Catacombe di San Callisto. Messa in sicurezza delle strutture

Le Catacombe di San Callisto, preziosa testimonianza storico-architettonica dell’epoca romana, sono state oggetto di una serie di interventi di recupero. Tra questi, le opere di messa in sicurezza hanno previsto l’utilizzazione dei sistemi brevettati da FibreNet. Tre sono stati i lavori per i quali è stata richiesta l’introduzione di materiali fibrorinforzati Fibre Net: in particolare, due per la messa in sicurezza delle pareti delle catacombe e di uno spuntone e il terzo per il ripristino della pavimentazione originale che era stata ricoperta da uno strato di cemento.

Leggi l’articolo

Cordolatura FRCM. Palazzo Melenchini a Parma

L’edificio, situato nel centro storico di Parma, risale ad un periodo compreso tra il 1600 ed il 1700, è un palazzo gentilizio con cortile interno e, al piano nobile, si caratterizza per la presenza del salone da ballo affrescato alla maniera del Bibbiena. Gli interventi previsti, soprattutto sulle volte affrescate, sono concentrati all’estradosso e hanno sia funzione di miglioramento sismico sia di consolidamento statico; in particolare si sono migliorati gli ammorsamenti con i muri d’ambito perimetrali anche attraverso l’uso di connessioni, intervento che deve garantire la traspirabilità per non creare problemi all’importante apparato pittorico.
Leggi l’articolo

Rinforzo strutturale. Ponte di Piazza Ghiaia a Parma

L’intervento si colloca all’interno della riqualificazione urbana dell’area di piazza Ghiaia, nel centro storico di Parma, area dedicata al mercato dai primi anni del 1800. Il sito è adiacente al letto del torrente Parma, e gli interventi in oggetto si sono resi necessari a causa del degrado importante delle strutture in c.a. (la copertura in c.a. è il piano viario di un ponte carrabile) anche legato all’ambiente particolarmente aggressivo (attacco di Sali disgelanti dalla copertura non impermeabilizzata) e dalla forte presenza di umidità legata alla presenza delle acque superficiali e di risalita.
Leggi l’articolo

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159

Credits: Team99 Digital Agency Milano - I'MPOSSIBLE STUDIO