Browsing Tag

adeguamento sismico

Costruzioni sicure in zona sismica: adeguamento strutturale e innovazione.

Biblioteca di Nembro (BG) - Costruttore Metallico: MAP spa - ph. Pietro Savorelli / Archea Associati

ph. Pietro Savorelli / Archea Associati

Fondazione Promozione Acciaio dedica un numero di Aa_Architetture in acciaio al tema “Costruzioni sicure in zona sismica” e propone una serie di approfondimenti a cura del Prof. Andrea Dall’Asta (Università di Camerino – Commissione Sismica per le Costruzioni in acciaio di Fondazione Promozione Acciaio) e il Prof. Alessandro Zona (Università di Camerino). Proponiamo di seguito una premessa al numero monografico, a firma di Simona Martelli, Direttore generale di FPA, e un estratto del numero dedicato all’adeguamento sismico nel recupero di costruzioni esistenti. Altri approfondimenti nelle prossime settimane.

Miglioramento sismico. Fiber Reinforced Cementitious Matrix

In seguito al sisma del maggio 2012 la Chiesetta Oratorio del sacro Cuore a Moglia (MN), pertinente al plesso RSA casa di riposo Fondazione “P. Sissa”, ha subito diversi danni. Il progettista che si è occupato del miglioramento sismico dell’edificio, a seguito di analisi svolte tramite un software ad elementi finiti, ha riscontrato un meccanismo di rotazione della torre campanaria, in corrispondenza del distacco tra la muratura del corpo principale e la parte libera della torre, un principio di ribaltamento fuori dal piano della facciata principale e un quadro fessurativo diffuso a partire dagli spigoli delle aperture e diffuso in senso obliquo.

Leggi l’articolo

Adeguamento sismico. Ruregold per un edificio scolastico a Modena

Materiali stoccati in cantiere

L’intervento di adeguamento sismico dell’edificio scolastico ITCS J Barozzi a Modena è stato eseguito con tecnologia FRCM e riguarda una porzione del fabbricato destinata ad aule, in particolare i pilastri del primo interpiano. Realizzato nel 1954, l’immobile presenta una pianta a “C” con diversi corpi di fabbrica separati da giunti strutturali, ed è composto di un piano seminterrato e tre fuori terra. La struttura è impostata su un telaio regolare in c.a. con pilastri, travi ribassate e interposti solai in laterocemento, alcuni monodirezionali ed altri bidirezionali (a seconda delle luci). La necessità di adeguare staticamente e sismicamente l’edificio, e di operare alcuni interventi a livello impiantistico, connessi ad una nuova distribuzione degli spazi e delle funzioni, ha dato il via ad una campagna di indagini (sia documentali che strumentali) per verificare le carenze strutturali e predisporre conseguentemente un progetto conforme a quanto previsto nelle NTC08.
Leggi l’articolo

Materiali compositi. Adeguamento sismico di una scuola elementare

Il progetto dell’adeguamento della Scuola Elementare “G.M. Zampini” a Frosolone (IS) prende avvio nell’ambito del piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici della zona colpita dal sisma del Molise del 31 ottobre 2002 (L.289/2002), seguito a breve dall’ordinanza del Ministero dei LL. PP. (2003) che inserisce il comune in zona sismica 1. L’edificio, a due piani in muratura portante, è costituito da pietrame naturale grossolanamente squadrato nei primi due livelli e mattoni pieni nel sottotetto; i solai in laterocemento poggiano su travi in cls, una delle quali sorregge anche la pesante struttura del tetto a padiglione, realizzato in travi in C.A. e il relativo solaio a travetti precompressi. Per la valutazione di vulnerabilità dell’edificio, sono state preventivamente eseguite prove meccaniche sulle strutture, misurando lo stato tensionale di esercizio (a taglio e compressione) per ciascuna tipologia muraria su tutti e tre livelli dell’edificio. Il risultato è stato sempre superiore al minimo richiesto dalla normativa dei LL.PP. del 1981.

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159

AD99 Digital Agency Milano