cover_officine-grandi-riparazioni

Officine Grandi Riparazioni di Torino. Da architettura industriale a distretto della creatività e dell’innovazione nel cuore della città

Officine Grandi Riparazioni di Torino. Da architettura industriale a distretto della creatività e dell’innovazione nel cuore della città

Le OGR-Officine Grandi Riparazioni rappresentano uno dei più importanti esempi di architettura industriale dell’Ottocento a Torino. Costruite tra il 1885 e il 1895, e adibite fino ai primi anni ‘90 alla manutenzione dei veicoli ferroviari, sono un insieme di grandiosi edifici a forma di H di oltre 20.000 metri quadrati di superficie e 16 metri di altezza al colmo del tetto. Nel 2013 la società consortile OGR-CRT (detenuta per oltre il 50% dalla Fondazione CRT) ha acquistato l’area da RFI Sistemi Urbani, per riqualificarla sotto la guida della Soprintendenza e in stretta collaborazione con il Comune di Torino. Già sede di tre mostre per i 150 anni dell’Unità d’Italia, nel 2013 le OGR hanno ospitato oltre 100 eventi di “test” e circa 120.000 visitatori in 5 mesi, con un’offerta eterogenea (attività espositive, concerti, arti visive, teatro, ecc.). Successivamente sono state chiuse al pubblico per l’avvio delle imponenti opere di riqualificazione.

Con l’apertura sabato 30 settembre delle nuove OGR – Officine Grandi Riparazioni, riqualificate e restituite alla città da Fondazione CRT, nasce a Torino il Distretto della Creatività e dell’Innovazione, punto d’incontro di mostre, spettacoli, concerti, eventi di teatro e danza, laboratori, start up e imprese innovative. Un luogo che diventa progetto, unico esempio di riconversione industriale in Europa finalizzato a far convivere al proprio interno due anime, quella della ricerca artistica, in tutte le sue declinazioni, e quella della ricerca in ambito tecnologico. Con 90 milioni di euro per il restauro e la rinascita dello storico e imponente edificio a forma di H (circa 20.000 mq di superficie per 16 metri di altezza su un’area complessiva di 35.000 mq), le OGR rappresentano il più grande investimento diretto della Fondazione CRT su un unico progetto, oltre che il più grande progetto di venture philanthropy oggi in Europa, orientato alla crescita e allo sviluppo economico, culturale e dell’innovazione del territorio.

Le imponenti opere di riqualificazione hanno coinvolto aziende locali e impiegato più di 100 persone, per circa 300.000 ore complessive di lavoro. Una volta a regime, le OGR creeranno nuova occupazione per oltre 150 posti. L’architettura industriale delle OGR, nel cuore di Torino ospiterà, in continua rotazione, mostre, spettacoli, concerti – dalla musica classica a quella elettronica – eventi di teatro, danza e arti performative, laboratori, start up, imprese innovative – dai Big Data al gaming – unendo le idee e i valori della creatività con gli strumenti e i linguaggi delle nuove tecnologie digitali.

 

Il Big Bang, l’evento inaugurale, sarà una festa lunga due settimane: dal 30 settembre al 14 ottobre OGR a ingresso libero per tutti.

Tutti gli eventi su > ogrtorino.it

OGR_01

OGR_Corte est notte

OGR_02

OGR_Corte ovest giorno

OGR_03

OGR_Manica sud

Cover grande a lato | ph. Rosalba Proto & Dario Audisio

Rendering di progetto  | ogrtorino.it

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

cover_guercino

Una nuova illuminazione per la cupola del Duomo di Piacenza

cover_agri-gentium

Agri-gentium: landscape regeneration. Il progetto della Valle dei Templi vince il Premio Paesaggio Italiano

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159

AD99 Digital Agency Milano