cover_duomo-pisa

Nano-Cathedral: il progetto di ricerca sulla conservazione della pietra

Nano-Cathedral: il progetto di ricerca sulla conservazione della pietra

cattedrale-pisa_01

Un workshop presso l’ISCR per parlare delle opportunità offerte dai fondi europei. Al centro dell’incontro Nano-Cathedral il progetto di ricerca sulla conservazione della pietra di alcune delle principali cattedrali del vecchio continente. 

Il progetto Nano-Cathedral sviluppa nuove tecnologie e procedure per la conservazione di materiali lapidei deteriorati negli edifici monumentali ponendo attenzione alla preservazione dei materiali originari. In particolare il progetto ha previsto lo sviluppo di nano-materiali per la conservazione e il restauro applicabili su scala europea attraverso un lavoro di ricerca condotto su litotipi rappresentativi di differenti aree geografiche e stili europei e in differenti condizioni climatiche e ambientali.

I prodotti innovativi a base di nano-particelle saranno sperimentati sia nei laboratori scientifici delle istituzioni coinvolte che in situ, su cinque cattedrali che possono essere considerate rappresentative della diversità dei beni culturali europei.

Gli edifici, che sono stati selezionati per le peculiari condizioni climatiche e per la presenza di diversi tipi di pietra, sono il Duomo di Pisa, la Cattedrale di Santa Maria di Vitoria Gasteiz in Spagna, la Cattedrale di Ghent in Belgio, il Duomo di Colonia in Germania e la Cattedrale di Santo Stefano a Vienna in Austria. Inoltre è stata inserita la Oslo Opera House in Norvegia come esempio di edificio (“cattedrale” in senso lato) contemporaneo. Il progetto ha previsto un approccio multidisciplinare garantito dalla presenza di istituzioni scientifiche e di ricerca, istituzioni per la gestione e la conservazione delle cattedrali e produttori di nano-particelle e di protettivi per la pietra. I risultati del progetto costituiranno quindi un supporto completo e affidabile su scala europea per le istituzioni pubbliche o private che hanno la responsabilità della progettazione e dell’esecuzione di interventi conservativi e manutentivi sugli edifici storici.

Il 3 marzo 2017 si svolgerà nella Sala Conferenze ISCR presso l’ex Carcere Maschile del San Michele il workshop dal titolo Nano-Cathedral: sviluppo di prodotti innovativi per la conservazione della pietra. I progetti europei di ricerca come strumenti per l’innovazione nel campo della conservazione dei beni culturali dedicato ai progetti di ricerca nel campo della conservazione dei beni culturali finanziati con fondi europei. Durante l’incontro verrà illustrato il progetto Nano-Cathedral, finanziato con fondi del Programma europeo Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione (grant agreement 646178). Nano-Cathedral è tuttora in corso e il suo termine è previsto per giugno 2018.

Nel corso del workshop verranno approfondite la tipologia dei progetti europei e le modalità di partecipazione ai bandi, per proseguire più in dettaglio con struttura, scopi e finalità del progetto Nano-Cathedral, di cui verrà illustrato dai vari partner il complesso iter scientifico, dalla proposta di materiali innovativi da parte dei produttori, alla sperimentazione in laboratorio, fino all’applicazione in situ e alla validazione dei risultati. L’incontro è riservato al personale dell’ISCR (restauratori, storici, archeologi, architetti e scientifici) e agli studenti di restauro delle SAF del MiBACT e delle Accademie di Belle Arti iscritti ai Percorsi Formativi Professionalizzanti (PFP) 1 Materiali lapidei e derivati, superfici decorate dell’architettura.

 

nanocathedral.eu

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

cover_garage-jaguar

Ex-Garage Jaguar. Da spazio industriale a incubatore d’arte

cover_dirty-paper

Lombardia. Sanatoria su recupero locali seminterrati

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159

AD99 Digital Agency Milano