cover_colosseo-interno

Vandali al colosseo: compaiono i graffiti su uno dei pilastri del monumento

Vandali al colosseo: compaiono i graffiti su uno dei pilastri del monumento

colosseograffiti_prima

Nonostante l’innalzamento delle misure di sicurezza in seguito agli attentati terroristici in Europa, il Colosseo torna teatro di atti vandalici. La notte tra domenica 15 e lunedì16 gennaio, due uomini hanno scavalcato le recinzioni attorno all’Anfiteatro Flavio e sono entrati all’interno del monumento eludendo i sistemi di sorveglianza nella piazza. I due, che hanno poi ammesso di essere ubriachi, sono poi scivolati da un’altezza di 4 metri ed uno si è anche fratturato il bacino.

La Soprintendenza speciale per i Beni archeologici di Roma si è già mossa chiedendo un incontro in Prefettura “con il coordinamento delle forze che garantiscono la sorveglianza in piazza del Colosseo, esercito, polizia e carabinieri”, come spiega lo stesso soprintendente Francesco Prosperetti che annuncia anche il progetto di un nuovo sistema di sorveglianza supertecnologico anti-vandali. Il nuovo sistema dovrebbe essere tarato per non scattare al passaggio di animali, come gatti o gabbiani, che ogni giorno si aggirano nell’ Anfiteatro Flavio. “Stiamo valutando inoltre la possibilità di creare un’area per così dire di non libero accesso, una zona rossa – spiega Prosperetti – Un’area separata non da sistemi fisici o recinzioni, ma da dissuasori come catenelle sul perimetro di questa zona, all’interno della quale sarà installato un sistema di videocontrollo. La zona rossa avrà la dimensione originaria dell’area del Colosseo in epoca romana, in un raggio di una quindicina di metri”.

La squadra di restauratori diretta da Rossella Rea è già al lavoro per rimuovere i graffiti su uno dei pilastri al piano terra del monumento. L’obiettivo è valutare se le lastre di rivestimento risalenti all’Ottocento che compongono il pilastro riescono a reagire positivamente ai solventi. “L’originario travertino del Colosseo si sarebbe impregnato in profondità con la vernice e sarebbe stato un danno più preoccupante, per questo contiamo che la reazione delle lastre, per cosi’ dire moderne, sia positiva”, racconta Barbara Nazzaro l’architetto direttore tecnico del Colosseo.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

cover_pontevecchio

F-LIGHT 2016. Il festival delle luci che trasforma Ponte Vecchio a Firenze in una tela digitale

cover_filarmonica-amburgo

La nuova Filarmonica di Amburgo su un ex-deposito merci in laterizio

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159

Credits: Team99 Digital Agency Milano - I'MPOSSIBLE STUDIO