ermentini_pagsn(x1100)

La materia del fiume. Raccontare la bellezza

La materia del fiume. Raccontare la bellezza

ermentini134(800x)

L’occasione di allestire la nuova sezione di archeologia fluviale del museo di Crema ci permette di riflettere sul nostro rapporto con il passato e le sue testimonianze. Le antiche piroghe posseggono una bellezza notevole a partire dalla loro materia millenaria.

La superficie è ruvida, di colore bruno, scavata in solchi paralleli come fosse roccia magmatica, si vedono nodi e discontinuità, bucature ed erosioni, peso e invecchiamento: proprio un vero spettacolo. La materia, il legno, è legata alla terra da un vincolo indissolubile, la sua imperfezione, la sua patina, il suo degrado si avvicina tanto alla nostra condizione di umani. Osservo una piroga di qualche millennio fa, un poderoso tronco di quercia lungo otto metri scavato dall’uomo per ricavarne un’imbarcazione fluviale. Mi viene da pensare che la materia viva, passata attraverso la fatica del lavoro umano, è carica di simboli trasmessi e rielaborati attraverso le generazioni. La lingua della materia ci parla della sua duplice vita e della scala del tempo: la prima vita di albero che cresce nella pianura planiziale, la seconda di manufatto realizzato dalle sapienti mani dell’uomo. Le immagini che nascono dalla materia sono più radicali e toccanti di quelle evocate dalla forma: la vista le osserva semplicemente ma è la mano che le conosce. Toccare, sfiorare questo oggetto mi fa capire molte cose, forse dobbiamo imparare a contaminarci con il corso del tempo e condividere il suo andamento lento, forse il compito dei materiali è proprio quello di esprimere e mediare come veniamo toccati dal mondo. Così l’incertezza, la consunzione e il decadimento rafforzano la casualità del tempo e sono le radici della bellezza.
L’occasione di allestire la nuova sezione di archeologia fluviale del museo di Crema mi permette di riflettere sul nostro rapporto con il passato e le sue testimonianze. […]

[L’articolo, a firma di Marco Ermentini, è pubblicato su rec134_giugno2016]
> VAI al MAGAZINE ONLINE

ingresso-(800x)

bambini(800x)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

cover_piazzacastille

Il progetto illuminotecnico per Piazza Castille a La Valletta

testroseveri_passn(x1100)

Contenitore e contenuto. Una nuova vita per il Teatro Severi

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159

AD99 Digital Agency Milano