cover_lightforart3

Pulitura di beni culturali. Nuovi sistemi laser si affacciano al mercato

Pulitura di beni culturali. Nuovi sistemi laser si affacciano al mercato

redazElen(800x)

Negli ultimi decenni nel campo della conservazione dei Beni Culturali vengono utilizzate tecnologie sempre più nuove e all’avanguardia studiate per rendere più semplice ed efficace il lavoro dei restauratori. Fra queste va annoverata la tecnologia laser che rappresenta un innovativo metodo di pulitura ed è utilizzata ormai ampiamente in molti cantieri di restauro su elementi lapidei, manufatti metallici, oggetti di pregio in metallo dorato, legno ridipinto ed altri supporti. Nel corso degli anni sono stati condotti da importanti Istituti di Ricerca nazionali ed internazionali degli studi specifichi sull’interazione laser-materia e sull’ottimizzazione dei parametri in gioco in modo da ottenere sistemi specifici per essere utilizzati su manufatti preziosi ed unici senza arrecare alcun danno né di tipo termico né di tipo meccanico al substrato.


Il Gruppo El.En. S.p.A., da anni leader mondiale nella produzione di sistemi laser dedicati alla conservazione di Beni Culturali, ha ultimamente incentrato il suo interesse su due aspetti importanti: la riduzione degli ingombri delle macchine laser e lo sviluppo di sistemi con lunghezze d’onda diverse da quelle ormai ben note per esplorare nuovi ed affascinanti confini del restauro laser. In questa ottica sono infatti stati lanciati sul mercato due nuovi sistemi, il THUNDER COMPACT con dimensioni estremamente ridotte rispetto al suo predecessore THUNDER ART ma con paragonabili performances, ed il LIGHT BRUSH 2, un laser Er:YAG con lunghezza d’onda di 2940nm per interessanti applicazioni di pulitura di dipinti.

Il sistema THUNDER COMPACT, sviluppato da Quanta System S.p.A., è sempre capace di emettere un’energia massima di 1 J a 1064 nm ma le sue dimensioni sono state notevolmente diminuite in modo da rendere lo strumento più maneggevole e facilmente trasportabile. THUNDER COMPACT, malgrado le dimensioni ridotte, permette una pulitura rapida ed efficace anche di superfici ampie. Il sistema è ideale per la pulitura di stucchi, legno, tessuti, vetro e materiali lapidei anche grazie alla presenza sia della radiazione infrarossa a 1064nm che di quella visibile a 532nm. Questo sistema inoltre è dotato di un moderno schermo touch screen estremamente intuitivo tramite il quale è possibile variare con facilità i parametri di emissione del laser.

LIGHT BRUSH 2 è invece un sistema laser Er:YAG ottimizzato per la pulitura di beni culturali. La pulitura con laser Er:YAG si basa sul forte assorbimento della lunghezza d’onda a 2940nm da parte di strati superficiali che contengono legami OH per questo motivo questo sistema è particolarmente indicato per la rimozione di ridipinture, vernici e patine da dipinti murali e quadri su tela e tavola. La variabilità dell’energia di emissione da 10mJ a 300mJ e la durata dell’impulso ottimizzata per la pulitura di beni artistici rendono Light Brush 2 un sistema innovativo al servizio dei restauratori.

elen.it

 

Light Brush 2 copia Thunder Compact_manipolo TA

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

cover_lightforart3

Pulitura laser per Agnolo Gaddi. Basilica di Santa Croce a Firenze

© recuperoeconservazione | DELETTERA WP | DeLettera Editore s.a.s di Ivan Fiorino De Lettera & C. | P.IVA. 10077710159

AD99 Digital Agency Milano